.
Annunci online

ilteatrino
Se la politica é una farsa, almeno ridiamoci sopra.
POLITICA
30 agosto 2008
Brevi
La prima notizia giunge da Uguale Per Tutti: la signora Mastella, che tanto era passata per vittima e la cui custodia cautelare era stata condannata da ogni politico, addirittura in discorsi davanti al gip che avrebbe dovuto convalidare, ha visto le sue richieste di risarcimento respinte dalla Cassazione. Ovviamente nessun telegiornale ama parlarne, nessun quotidiano scriverne, nessun Vespa ha voglia di dar voce ora alla signora. Invito a leggere la sentenza.

Un'occhiata sarebbe da dare anche cl sito Troviamo i bambini che, permotivi diversi, si augura Maroni continui a far rilevare le impronte. Certo, lo scopo del Ministero non sembra esattamente questo (non ho mai sentito frasi come "affideremo i bambini che vivono in vere e proprie emergenze sanitarie ai servizi sociali", comunque solleva un problema intelligente.  Personalmente,  rifiuto per principio qualsivoglia tipo di schedatura che, furti a parte, sarebbe completamente inutile per salvaguardare i minori.

Infine, in tema energetico, Berlusconi é una persona con ottime idee: l’Italia è il secondo più grande importatore di petrolio dall’Iraq. Vogliamo continuare ad importarne diventando così i primi. Che cerchi qualche sconto fedeltà?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mastella udeur sicurezza

permalink | inviato da Comparsa il 30/8/2008 alle 13:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 164003 volte

Citazioni:

La via dell'uguaglianza si percorre solo in discesa: all'altezza dei somari è facilissimo instaurarla. [Rivarol]

Il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: per questo è detto democrazia. Le leggi assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo i meriti dell’eccellenza. Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo stato, non come un atto di privilegio, ma come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce impedimento. [...] Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevano offesa. [...] La nostra città è aperta al mondo; noi non cacciamo mai uno straniero. [...] Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private. Un uomo che non si interessa dello Stato non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché soltanto pochi siano in grado di dar vita ad una politica, noi siamo tutti in grado di giudicarla. Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla strada dell’azione politica.[Pericle, citato da Tucidide]